Molto da imparare

Questo è un posto di carattere politico.

Viaggiando in molti Paesi del mondo, uno ha la fortuna di entrare in contatto con realtà diverse, a volte piacevoli e altre volte spiacevoli che però, ad ogni modo, contribuiscono alla crescita personale.

Nei miei viaggi ho imparato ad apprezzare l’Italia per quel che è, un Paese dalle innumerevoli bellezze naturali e dalla ottima cucina, perfetto per un turista. Purtroppo però, gli eventi di questi ultimi anni, stanno contribuendo al declino del nostro amato Paese.

Nel titolo dico che c’è molto da imparare: da chi? Da tutti quei popoli che stanno scendendo in piazza, a volte rischiando la vita, torture, arresti e soprusi. Parliamo della Cina.

E’ di ieri la notizia che, secondo fonti informate, almeno 5000 persone sono state arrestate    a Pechino, provenienti da tutte le parti del Paese con bus per sottoporre al Governo Centrale le loro petizioni e chiedere giustizia per i soprusi subiti dalle Autorità locali.

5000 persone! Sono tante!!!!

Ogni giorno persone intenzionate ad avere giustizia sono perseguitate, arrestate, picchiate, i loro famigliari maltrattati, pensiamo a Chen Guancheng, l’attivista cieco che è riuscito a scappare dal posto dove era rinchiuso e sorvegliato da gente comune disposta a picchiare chiunque si avvicinasse. Pensiamo a Liu Xiaobo, premio Nobel per la letteratura che non è riuscito a ritirare il premio perchè condannato e imprigionato per opinioni contro il regime. Questi sono solo i casi più eclatanti perchè coinvolgono persone “famose” e che tutto sommato hanno anche da guadagnare ad essere perseguitati.

Ma gli altri? I cittadini normali di cui nessuno parla, i contadini che si vedono le loro case espropriate e che vengono picchiati e uccisi da gangs di criminali assoldati allo scopo dagli sviluppatori edilizi? Cosa li spinge a subire tanto? Cosa li spinge a rischiare la vita propria e quella dei propri famigliari? L’amore per la loro patria!

Noi siamo una democrazia, membri fondatori dell’Europa. Noi non rischiamo la vita o la prigione se protestiamo. Eppure noi, Italiani, non facciamo nulla per cambiare la nostra situazione! Noi abbiamo il dono delle elezioni, cosa che in Cina non si sognano neanche. Noi possiamo scegliere il nostro futuro, eppure, a differenza dei nostri amici Spagnoli e Greci, nella nostra stessa situazione, noi non facciamo nulla! Ci basta avere i soldi per comprare l’Iphone 5 o per andare in pizzeria e siamo contenti, mentre il nostro Paese va a rotoli!

Ebbene, se si continua così, loro faranno progressi e noi retrocederemo.

Cari compatrioti, rendiamoci conto che noi abbiamo molto da imparare dai Cinesi, Arabi, Nord Africani…….

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s